Caldaie a pellet : come funzionano

In ogni casa, specialmente al nord Italia, possiamo trovare una caldaia che serve per dare comfort al proprietario ed alla sua famiglia, infatti le caldaie riscaldano gli ambienti, l’acqua ecc…

Normalmente le caldaie possono essere di diverso tipo e vengono classificate in base al materiale di combustibile che utilizza. In questo articolo vi spiegherò quella tipologia di caldaie che utilizzano il pellet.

Cosa sono le caldaie a pellet ?

Le caldaie a pellet sono una delle soluzioni migliori per il riscaldamento degli ambienti civili, domestici o industriali. Molti confondono il temine caldaia a pellet con il termine stufa a pellet infatti sono due prodotti diversi.

  • Le stufe a pellet sono progettate per riscaldare una stanza piccola, media o grande in relazione alla sua portata.
  • Le caldaie a pellet sono progettate ed utilizzate per il riscaldamento, grazie ad un tipo di combustibile naturale realizzato dagli scarti della lavorazione del legno, ovvero il pellet.

In commercio possiamo trovare molte caldaie a pellet, che anno prezzi diversi tra di loro , grandezze diverse e potenze diverse.

Per capire meglio facciamo un semplice esempio : se l’area da riscaldare è piccola utilizzeremo una tipologia di caldaia a pellet con minor potenza rispetto ad una che riscalderà un’area grande.

La caldaia a pellet ovviamente è più ingombrante rispetto agli altri tipi di caldaie, perché devono avere anche un contenitore per il caricamento automatico del pellet.

Se abitate a Roma e provincia e state cercando una ditta che si occupi di installazione o di manutenzione di una caldaia a pellet, potrete contattare Assistenza-caldaie-roma.it, esperienza trentennale nel campo delle stufe a pellet.

Come funzionano le stufe a pellet ?

caldaie a pellet roma
caldaie a pellet roma

La stufa a pellet ha un funzionamento molto semplice e meccanico, che permette di tarare l’immissione del combustibile grazie all immissione di aria, sia con l’espulsione dei fumi, sia con l’accensione della fiamma.

Dal serbatoio nel quale è alloggiato il pellet, viene prelevato il combustibile che poi finisce dove vi è la fiamma; qui, l’aria mischia insieme e in maniera proporzionale, il combustibile con il comburente, così che si possa trasformare il tutto in calore. Nel frattempo, l’aria di convenzione viene forzata dai ventilatori, in modo da poter essere scambiata con il calore prodotto dalla combustione.

I fumi prodotti sono espulsi mediante un ventilatore.

Tutto il processo viene monitorato da una centralina elettrica che controlla il funzionamento di tutti gli elementi.

Dalla centralina si può impostare la temperatura, l’orario di accensione e spegnimento e su alcuni modelli avanzati è possibile farlo anche a distanza tramite telefono cellulare.