Bisogna tagliare i capelli ai neonati?

Alcuni bambini nascono con più capelli di altri e in particolare alcuni nascono davvero con molti capelli.

Questo è il motivo per cui i genitori decidono di raderli, sperando che crescano meno capelli o cercando di diminuire il loro volume. Nel frattempo, ci sono altri genitori che decidono di tagliare i capelli dei loro bambini non appena nascono perché credono che in questo modo diventeranno più forti.

In che misura queste azioni sono ben fondate?

Iniziamo col dire che i capelli dei neonati, cadono dopo il terzo mese di vita, per via che i follicoli piliferi devono maturate. Questo fenomeno, in verità, interessa pure i bimbi più grandicelli, fino ai 3 anni, in quanto si tratta di un processo di sostituzione continuo dei capelli.

Per questo motivo è meglio non tagliare i capelli ai bambini troppo presto o, ad ogni modo, andarci piano, anche perché i neonati, specie quelli prematuri, perdono calore dalla testa ed è meglio che abbiano qualche capello in più.

D’altronde, non c’è nessuna base medica che affermi che se tagli capelli bambino o neonati li rafforzi e, difatti, né il taglio né la rasatura dei capelli li fa diventare più folti. Alla fine si tratta di una questione estetica.

Se vuoi vedere il tuo bambino con pochi capelli o è la stagione calda, allora taglia i capelli.

Ma se preferisci vederlo con i capelli un po’ più lunghi o è la stagione fredda, devi lasciarli crescere. Se invece il neonato soffre di dermatite sul cuoio capelluto, è consigliabile che abbia i capelli più corti; in questi casi fatti consigliare dal pediatra o dal dermatologo.

Se decidi di tagliare i capelli al tuo neonato, usa le forbici o un tagliacapelli, ma cerca di non avvicinarti troppo alla testa, per evitare ferite o tagli, anche perché i bambini si muovono bruscamente.